Home

La pallacanestro in Italia è il secondo sport nazionale. Si tratta infatti di un’attività sportiva che ha aumentato costantemente nel corso del tempo i suoi appassionati. Se il calcio resta lo sport nazionale per eccellenza, la pallacanestro è riuscita a sopravanzare ogni altra tipologia di sport per quanto riguarda il numero di praticanti e di grandi appassionati.

Questo è successo principalmente grazie al grande successo delle squadre di club, e ai risultati ottenuti dalla nazionale di pallacanestro. Infatti, i grandi successi sportivi portano all’incremento costante della passione dei tifosi, e gli sport che garantiscono meno risultati sia a livello di squadre nazionali che di club, sono destinati a restare in secondo piano. Questo è evidente in sport come rugby, pallamano, pallavolo e tennis.

Durante le stagioni nelle quali anche questi sport hanno raggiunto grandi risultati sia individuali che di squadra, anche gli appassionati sono aumentati in numero e lo spazio televisivo garantito a queste discipline è aumentato radicalmente. Durante le stagioni dove non si sono verificati risultati eclatanti, lo spazio dedicato a questi sport si  è ridotto in modo considerevole.

Il grande successo della pallacanestro

La pallacanestro riesce a riscuotere un grande successo costantemente. Questo perché esiste un grande bacino di utenza che apprezza fin nel profondo la pallacanestro italiana, ma bisogna anche evidenziare la grande quantità di tifosi che amano seguire le vicende legate al campionato professionistico negli Stati Uniti, la NBA. Anche questo straordinario spettacolo sportivo ha permesso alla pallacanestro di diffondersi costantemente nel corso degli anni.

Inoltre, con il grande sviluppo del basket europeo anche i giocatori nostrani sono riusciti a trovare fortuna oltreoceano, con risultati e successo differenti. In questo senso i pionieri del gioco possono essere considerati Rusconi ed Esposito, i primi a sbarcare oltreoceano e giocarsi le proprie possibilità anche nel basket delle stelle americane. Ovviamente si trattava di un altro periodo e le frontiere statunitensi non erano così aperte come in questo momento e propense ad accettare i grandi fenomeni europei e mondiali.

Il cambiamento di rotta del basket americano

Ora è realmente semplice incontrare una miriade di giocatori europei, e ovviamente anche alcuni italiani, in grado di ritagliarsi un posto da prime stelle anche nelle incredibili squadre che partecipano al campionato NBA. Al momento sono solamente due i giocatori italiani in grado di ritagliarsi un ruolo importante all’interno delle proprie squadre statunitensi, stiamo ovviamente parlando di Danilo Gallinari e Marco Belinelli, le due grandi stelle della nazionale italiana.

Altri due giocatori da considerare come pilastri della nostra nazionale hanno deciso di interrompere la loro carriera NBA per tornare in Europa e cercare di ritagliarsi uno spazio importante all’interno della pallacanestro continentale, stiamo parlando di Luigi Datome (fresco vincitore dell’Eurolega 2017) e Andrea Bargnani, ancora alla ricerca della sua dimensione nel basket europeo.

Gli appassionati di basket europeo e statunitense possono quindi godersi uno spettacolo costante durante tutto il corso della stagione, passando dalla lega A di basket, alla NBA, senza ovviamente dimenticarsi del campionato europeo più importante, l’Eurolega con il suo nuovo formato a 16 squadre che mette a confronto i migliori team del Vecchio continente in un campionato da 30 partite che alla fine premia senza ombra di dubbio la squadra più forte d’Europa.

Lega Basket Serie A

Alla fine di una partita combattuta fino all'ultimo possesso è Orlandina Basket ad avere la meglio su Happy Casa Brindisi per 67-66

Guerino Vanoli Basket Cremona