La pallacanestro è un gioco per tutti

La pallacanestro mette a disposizione di tutti l’opportunità di divertirsi, competere a livello agonistico e costruirsi una carriera in ambito professionistico. La bellezza di uno sport diffuso e apprezzato come la pallacanestro in Italia risiede nel fatto che permetta davvero a chiunque di avvicinarsi ad un mondo variegato e straordinariamente affascinante.

Il gioco è semplice nelle sue fondamenta, ma variegato e complesso quando lo si comprende fin nel dettaglio. Questo permette a bambini, ragazzi e adulti di sfruttare in modo diverso e nel migliore dei modi questa tipologia di attività fisica. Solitamente si inizia a giocare a pallacanestro all’età che va da cinque a sei anni, per successivamente seguire ogni categoria che definisce i differenti campionati di pallacanestro.

Un gioco che può diventare una professione

Come la maggior parte degli sport con un grande seguito, anche la pallacanestro può divenire una vera e propria professione. Ovviamente, per raggiungere un livello di questo tipo bisogna lavorare duramente e probabilmente avere un talento innato. In ogni caso resta il fatto che chiunque possa avvicinarsi a questo sport, sia per puro divertimento che per giocare a livello agonistico.

La pallacanestro maschile è particolarmente importante a livello italiano, dato che la nazionale del nostro Paese ha raggiunto grandi risultati riuscendo anche a primeggiare a livello europeo. La nazionale femminile di pallacanestro non ha invece raggiunto il grande successo di quella maschile, ma il basket femminile resta comunque uno sport molto praticato a livello italiano.

Ovviamente la pallacanestro non è amata e diffusa come il calcio in Italia, ma risulta comunque essere il secondo sport più praticato a livello nazionale. Trattandosi di uno sport di squadra è sempre necessario giocare con altri atleti per sfruttare al meglio questa tipologia di attività fisica. In ogni caso, al contrario del calcio, trattandosi di un gioco che basa molto del suo successo sull’individualità, l’allenamento di pallacanestro può svolgersi tranquillamente anche in solitario. L’importante è avere a disposizione una canestro e un pallone da basket.

Infatti, le sessioni di tiro, l’allenamento fisico e moltissime altre componenti che contraddistinguono questo gioco, possono essere allenate anche individualmente. Anzi, in alcuni casi risoluta più importante l’allenamento individuale di quello di squadra. Infatti le lunghe sessioni di allenamento in solitario permettono al giocatore di migliorare le proprie capacità individuali.

Ovviamente, l’allenamento è solamente una parte dell’intero panorama atletico di questa disciplina, ma risulta in ogni caso particolarmente importante per raggiungere dei grandi risultati. Comunque, ogni giocatore dovrà prima o poi fronteggiare la partita, e quando si scende in campo non si gioca più uno contro uno o uno contro zero, ma cinque contro cinque e la musica cambia completamente. Proprio per questo è possibile incontrare grandi talenti che non riescono a raggiungere il successo che ci si attenderebbe da loro, e atleti meno dotati che riescono però ad immedesimarsi perfettamente in una squadra e raggiungere così grandi risultati.

Lega Basket Serie A

Photogallery di Reyer Venezia / AEK Atene Girone Basketball Champions League 2017-2018 a cura di Basketitaly. Copyright Francesco Soliani

Facebook photo

Guerino Vanoli Basket Cremona